I nostri articoli

15 Dic

Casale Amati, storia e territorio.

“Casale Amati” è ubicato nel Comune di Ortonovo, in una piccola valle ai piedi delle Alpi Apuane.

La valle è attraversata dal Parmignola, un fiume dalle acque purissime, avendo nel suo corso solo boschi di faggio e castagno. La piccola valle poi degrada nella più grande Valle del fiume Magra famosa nell’antichità per Lunae, celebre città romana, colonia dell’Impero romano fondata nel 177a.C.dopo la supremazia dei Romani sui Liguri Apuani.
20131113_160456-640x480
Nell’Alto Medioevo al diminuire dell’importanza di Lunae, devastata da battaglie, epidemie e l’impaludamento del porto si riscontrò un maggior peso “politico” dei due principali borghi dell’area: Ortonovo e Nicola.

Il primo, il cui toponimo risalirebbe da Hortus Novus (Orto Nuovo) e riferito con probabilità alla lavorazione e alla coltivazione delle nuove terre collinari sopra Luni, verrà fondato tra l’XI e il XII secolo; Nicola, disposto più a sud rispetto al borgo ortonovese, venne edificato in un periodo paragonabile.
20131113_160412-360x480

“Casale Amati” si trova a pochi passi dai piccoli borghi dell’Annunziata e di San Martino (XII sec.) abitati da pochissime anime e valorizzati da graziose chiesette medioevali in cui alcuni clienti del Casale hanno celebrato le loro nozze.
20131113_155208-640x480
Le colline circostanti Casale Amati da sempre sono state coltivate a vite e ad olivo. E’ al XIII sec., infatti, che risale l’edificazione del primo nucleo di Casale Amati.

Nel corso dei secoli Casale Amati ha subito numerosi ampliamenti e cambio do proprietari. Le Maestà in facciata e lungo il muraglione perimetrale ne sono testimonianza. L’ultimo e importante ampliamento risale al 1810, consistente nella creazione di un impianto per la frangitura della sansa e un appartamento per ospitare i marchesi in visita al frantoio. Le famiglie nobili che si sono alternate nella gestione del frantoio sono I Marchesi Remedi, I Marchesi Amati e in ultimo I Marchesi Ingolotti, i nonni degli attuali proprietari.

L’appartamento dei marchesi è oggi “Casale La Marchesa“
Il frantoio per la sansa è divenuto il “Casale Le Macine“
Il nucleo più antico del Casale è attualmente in restauro, verrà presto inaugurato come “Antico Frantoio“

Leave a Reply